Android Wear: che cos’è?

In questi ultimi giorni si vocifera molto in campo tecnologico di Android Wear, ma di cosa si tratta? Andiamo insieme a scoprirlo!

Gli ultimi 2 anni sono stati gli anni decisivi per l’avanzata della wereable technology, ovvero la tecnologia indossabile. Orologi, occhiali (ma presto anche vestiti), la tecnologia non è più solo da tenere in tasca o in borsa, ma la si indossa per averla sempre più a portata di mano. In questo campo, sicuramente, la regina è Google con Android, il suo sistema operativo per smartphone, tablet e PC, che è stato da subito inserito sulla tecnologia indossabile.

Ora, però, Big G ha deciso di creare un operative system studiato appositamente per la wereable technology che potrebbe veramente far fare il salto di qualità definitivo a questa tecnologia che, almeno per il momento, non sembra aver attecchito tra gli utenti, tra i quali non stanno spopolando.

Android Wear, questo il nome scelto per il sistema operativo speciale per la wereable technology, potrebbe essere la chiave che aprirà le porte a questo mondo.

A dare l’annuncio dell’arrivo di questo sistema operativo, proprio Big G, che potrebbe far esordire su un proprio smartwatch il nuovo OS. Finalmente vedremo un orologio veramente intelligente, che Big G potrebbe creare con Motorola, la quale è giàà al lavoro su un proprio smartwatch.

La chiave sarà la facilità d’uso e soprattutto le app appositamente studiate per questo sistema operativo che permetteranno di sfruttare a pieno le potenzialità della tecnologia che si indossa, sicuramente potenzialità ben diverse rispetto a tablet e smartphone.

Il nuovo smartwatch di Big G sarà direttamente in competizione con lo smartwatch di Apple, che secondo le ultime voci di corridoio è in uscita veramente prossima nelle prossime settimane. L’idea che si scateni una bagarre tra due colossi del genere non fa che aumentare le potenzialità di questi device.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.