Castelli stregati: ecco le mete da brivido!

Ogni tanto ci piace essere masochisti e scegliamo di passare alcune ore delle nostre tanto desiderate vacanze in questi luoghi da brivido. Altre volte invece facciamo una breve escursione durante il fine settimana. Personalmente i castelli stregati con tutti i loro reali o presunti fenomeni inspiegabili emanano su di me un grande fascino, infatti adoro andare a caccia di questi luoghi per visitarli 😉

Ecco a voi alcuni dei castelli stregati più suggestivi d’Italia!

1. Ferrara – Il convento delle Clarisse

Camilla, fatta rinchiudere in convento a 18 anni dal suo promesso sposo il Duca Ferdinando Gonzaga, morì nel Convento delle Clarisse e si dice che il suo fantasma si aggiri ancora inquieto in questo luogo. Alcune persone dicono di aver visto Camilla vagare nel giardino e pregare nella cappella gentilizia.

2. Napoli – Castello di Castellamare di Stabia

Secondo le leggende napoletane è all’interno di questo castello stregato che si aggira il fantasma di una donna suicida, avvistata soprattutto nell’ingresso, la quale si tolse la vita dopo aver ricevuto una delusione in amore.

3. Rimini – Il castello di Montebello

Tra tutti i castelli stregati forse il castello di Montebello è uno dei più conosciuti grazie alla storia di Azzurrina.

Secondo la leggenda, Azzurrina era figlia di Ugolinuccio Malatesta e scomparve in modo misterioso da bambina.

La piccola Azzurrina secondo la leggenda era albina e, visto l’epoca, pensavano fosse una strega e per questo fu rinchiusa nel castello al fine di “proteggerla”.

Secondo la leggenda Azzurrina scomparve mentre inseguiva la propria palla nelle stanze sotterranee del castello. La piccola dovrebbe riapparire ogni 5 anni durante il solstizio d’estate.

Questi sono i castelli stregati che ho visitato io e che rientrano tra i più famosi di tutta Italia per il numero di avvenimenti fuori dal comune che accadono tra le loro mura. Personalmente non ho visto niente di particolare, ma l’aria è davvero suggestiva!

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.