Come aprire un autolavaggio self service

creaimpresa

Ormai sempre più italiani con un’automobile i proprietà, preferiscono lavarla presso gli autolavaggio self-service. Il motivo, oltre che per risparmiare, è quello di preservare la propria vettura dai graffi e dall’uso di detergenti troppo aggressivi. Per chi ha spirito di iniziativa e vuole intraprendere un’attività in proprio, può tentare di intraprendere questo business, seguendo alcuni step.

Per prima cosa, conviene cercare l’esatta ubicazione dell’attività. E’ fondamentale che sia ubicata in modo da avere grande affluenza di clientela, per questo è consigliabile cercare presso i centri commerciali. Bisogna tenere presente che, come investimento iniziale, bisogna mettere in conto i costi dell’impianto di autolavaggio, cosa che comprende l’impianto idrico, l’impianto elettrico e dell’illuminazione. Per non parlare del costo della manutenzione dell’impianto, le bollette, un impianto di videosorveglianza e la copertura assicurativa in caso di danni. E’ da mettere in conto anche l’spetto economico che comporta l’acquisto del lotto di terreno edificabile. In media, l’investimento iniziale è intorno ai 100000 Euro.

Per chi non dispone di una cifra ingente, può benissimo aprire un autolavaggio self service in franchising, a patto di leggere bene i termini del contratto. Una volta risolto il problema dell’ubicazione, si dovrebbe pensare di allestire almeno tre aree: una per i box coperti, da destinare al lavaggio auto, una per i box scoperti, per il lavaggio di mezzi di grandi dimensioni e un’area apposita per la pulizia e l’aspirazione degli interni.

Non resta che occuparsi della parte burocratica: bisogna iscrivere l’attività al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, la Partita IVA, la comunicazione di inizio Attività presso il Comune, l’INPS e l’INAIL, l’autorizzazione dei Vigili del Fuoco e i permessi per tutte e norme di sicurezza vigenti.

Non resta che spargere la voce e farsi pubblicità, sia in maniera tradizionale, cioè con i volantini, che attraverso il pc, via Facebook o Twitter.
Leggi anche : come aprire una partita IVA ; come aprire un’attività in proprio

Se hai bisogno di un business plan, informazioni per avere finanziamenti pubblici o approfondire l’argomento come aprire un panificio clicca qui o sul banner sottostante.

creaimpresa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.