Come aprire una scuola di lingue




creaimpresa
Al giorno d’oggi, conoscere le lingue è diventato sempre più importante in campo lavorativo. Con l’apertura di nuovi mercati, non è solo l’inglese ad essere richiesto, ma anche russo e giapponese. Pertanto, aprire una scuola di lingue può essere un’attività veramente remunerativa, soprattutto se si offre l’insegnamento di più lingue, incluse quelle orientali.

Aprire un’attività del genere è più semplice, in quanto non è più obbligatoria l’autorizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione, ma si devono rispettare alcune determinate regole burocratiche fondamentali. Alcune autorizzazioni sono comunque necessarie, oltre a delle buone doti organizzative e un capitale da investire.

Per avviare questa attività, si deve possedere una laurea in lingue straniere o una laurea triennale in scienze della mediazione linguistica. Non è obbligatorio avere anche un master in lingue, se no si vuole insegnare personalmente. Chi vuole solo ricoprire il ruolo di titolare e non insegnare, sarebbe preferibile essere in possesso di un diploma di maturità scientifica, di ragioneria o un diploma magistrale. Per l’insegnamento, bisognerà ricorrere ad insegnanti laureati in lingue, o insegnanti madrelingua con in possesso di un attestato di abilitazione all’insegnamento.

E’ necessario trovare la sede adatta per questa attività: un luogo comodo da raggiungere, in una zona di grande passaggio, con un comodo e ampio parcheggio. Il locale dovrà essere ampio max 120 mq ed essere a noma di legge.

Dopo aver trovato i professionisti e il locale, bisognerà chiedere le varie certificazioni al Comune e ai Vigili del Fuoco per quanto riguarda la sicurezza, l’abitabilità e l’inizio dell’attività, mentre l’Asl dovrà verificare se ci sono i requisiti sanitari. Poi, bisogna iscrivere l’attività alla Camera di Commercio, richiedere la Partita IVA e l’iscrizione previdenziale.

Per quanto riguarda i locali, dovranno esserci dei servizi igienici, una sala dedicata ai professori, un ufficio di segreteria e due  più stanze adibite ad aule. Come macchinari ed attrezzature, sarà indispensabile avere dei pc, almeno una stampante (meglio wireless, così basta collegarla ai vari pc e si risparmia), connessione Internet, una fotocopiatrice, lettori CD e DVD, una lavagna luminosa, libri e dizionari in lingua e cancelleria.

E’ bene fare pubblicità, mediante la distribuzione di volantini, o aprendo un sito Internet.

creaimpresa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.