Come fare il pesto alla genovese in 10 secondi

Esistono due modi per preparare il pesto alla genovese : il classico schiacciando i vari ingredienti all’interno del tradizionale mortaio in marmo ed un altro ,suggerito da una nostra lettrice, con tempo di preparazione in 10 secondi, metodo che vi spiegheremo in seguito.

Ma partiamo con il metodo classico ,ci serviranno i seguenti ingredienti :

  • 50 gr. Di foglie di basilico
  • 100 ml di olio d’oliva
  • 2 cucchiai di pecorino e 6 di formaggio grana entrambi grattuggiati
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaio di pinoli (circa 15 grammi)
  • Mezzo cucchiaino di sale grosso

Difficoltà : Facile

Tempo di preparazione : 25 minuti

Preparazione :

  1. Inserire l’aglio nel mortaio insieme ad un po’ di sale grosso ed iniziare a schiacciarlo più volte fino a quando si trasformerà in un composto cremoso
  2. A questo punto potremo aggiungere le foglie di basilico con un altro pizzico di sale e continuare a schiacciare, usando il pestello con un movimento semirotatorio in modo da ottenere un composto omogeneo e sminuzzato al massimo.
  3. Sempre continuando a schiacciare con il pestello aggiungere in ordine i pinoli ,i formaggi e per ultimo l’olio, sminuzzando il tutto fino ad ottenere una salsa.

 

 

L’altro metodo ,suggerito dalla nostra lettrice, prevede l’uso del frullatore e ci è stato consigliato in particolare il Magic Bullet, vecchio elettrodomestico visto in TV ,in quanto, a differenza di altri frullatori ,ha un sistema di tritatura ideale per questo tipo di lavoro.

Se userete questo tipo di utensile basta prendere il contenitore più grande con la lama a croce ,si inseriscono all’interno tutti gli ingredienti e si frulla il tutto per 8-10 secondi, ed il pesto alla genovese sarà pronto.

Naturalmente il metodo tradizionale ha sempre un risultato migliore ma, per una persona che lavora o per un single, l’uso degli elettrodomestici è sempre di grande aiuto e comunque sfido a trovare la differenza tra le due versioni di pesto genovese che abbiamo preparato.

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.