Contagio-Ucraina. Investire o no con le opzioni binarie?

Clima effervescente per la borsa-valori, ultimamente sotto l’occhio del ciclone. Quindi, abbiamo deciso di approcciare quello che interessa un po’ tutti: in cosa conviene investire, se non ci si vuol appigliare al risicato rendimento dei classici titoli di Stato del Vecchio continente? Oggi parliamo delle opzioni binarie, che per molti sono da bandire

Imparare a distinguere tra risparmio ed investimento

L’errore che sempre si commette è porre sullo stesso piatto della bilancia le due variabili risparmio ed investimento, come se al risparmio (obiettivo di ottenere un certo reddito reale in t+2 dopo un impiego iniziale in t) conseguisse immediatamente l’investimento.

Ciò non è necessariamente vero se il risparmio (riduzione dei consumi) non diventa un valore produttivo impiegato per produrre capitale e se per investimento si intende un surplus per il bilancio sociale, oltre che individuale.

Detto questo, anche la speculazione di breve termine può essere, in tale ottica, un investimento se l’eventuale creazione di payoff positivo va a vantaggio dell’economia reale, giusto per fare un esempio che potrebbe sembrare fuor di luogo per chi è abituato a guardare con sfavore l’investimento di natura speculativa, soprattutto se riguarda un certo mondo che prende il nome di “opzioni binarie”, prima tanto osannate ed adesso sconsigliate a dritta e manca.

Una semplice scommessa può essere fatta in tanti modi.

L’analogia con “Il banco vince, il banco perde”, quando si parla di opzioni binarie è leggermente fuorviante. Capiamo che il loro impiego in mercati non regolamentati (Over The Counter o Otc) ha come conseguenza la nascita anarchica di broker virtuali che applicano regole del gioco differenti, le une dalle altre. Ma ciò non giustifica la bocciatura in toto di una tattica del forex o del trading, in senso largo inteso.

Innanzitutto, quando si ha a che fare con il mercato delle opzioni binarie, non è lo stesso che guardare in diretta il mercato del sottostante (ad es.oro fisico).  Sono chiamate in appello le aspettative degli operatori del trading che sono determinate anche dalla credenza nel futuro.

Proprio per questo, il pensiero è linfa vitale per mettere alla portata dell’investitore tante soluzioni in funzione di:

1)   La natura dell’investimento da effettuare. Il titolo presenta un’elevata volatilità? Allora, si può ottenere un alto margine di rendimento, in caso di previsioni esatte anche con un esiguo impiego di capitale. Attenzione a chi vi promette bonus di recupero del capitale, in quanto molte volte si rivelano essere difficilmente raggiungibili dall’investitore che è tenuto a raggiungere un certo frapporsi fra scommesse vincenti e scommesse perdenti (volume dell’investimento, anziché entità dell’investimento).

2)    La “filosofia”- cardine dell’investitore. Chi ha detto che tutti siano convinti che l’economia e così la borsa mettano in gioco i fondamentali, ciò che conta veramente in modo neutrale ed imparziale? Potrebbe non essere vero e potrebbe non bastare affatto stendere una precisa e minuziosa analisi tecnica, da alcuni utilizzata anche per la logica intra-day (entro il giorno in corso). Ad esempio, tornando al dibattito attuale (contagio-ucraina), si è capito come la battaglia geopolitica su vari fronti possa infiammare e destabilizzare, anche se per brevissimi cicli, le sedute di piazza affari. In questo caso, invece di scegliere valori quotati su cui non può che trattarsi di scommettere ciecamente (bianco o rosso? Acquisto o vendo?) perché non scegliere di orientare la propria tattica su quotazioni dall’alto contenuto strategico?

3)    La tipologia degli strumenti finanziari adottati. Anche le opzioni binarie non sono standardizzate. E’ da valutare, poi, che cosa c’è permesso fare e non fare per personalizzare l’investimento (ad es. personalizzazione dello stop loss, del proprio profilo di rischio-rendimento).

Contagio Ucraina. Quali sono gli investimenti strategici?

Si potrebbe obiettare: ammesso pure che è possibile personalizzare l’investimento, si tratta pur sempre di una scommessa, il più delle volte orientata in una logica intra-day. Come si fa a prendere in esame i fattori geo-politici (ad es. i rapporti di forza tra uno Stato e l’altro) per poter orientare le nostre scommesse?

Non tutte le opzioni binarie vanno utilizzate in una tattica super-veloce del tipo: acquisto oggi (posizione long) per rivendere domani ad un prezzo maggiore. Mi attendo un trend in aumento del prezzo.

Il vantaggio delle opzioni binarie è un altro: si può con un piccolo dispendio di unità di capitale ed attraverso utili accorgimenti tecnici (ad es. leva finanziaria) cercare di guadagnare il più possibile (prima questa era la prerogativa delle cosiddette “mani forti” della finanza).

Si può sopperire alla limitatezza strategica del breve periodo, acquistando delle opzioni binarie a più lunga scadenza. Così, ci rimane una sola variabile tattica: qual è la fase critica dello scenario di mercato? Dobbiamo essere bravi a captare l’inversione del trend direzionale, anche per quotazioni che, di solito, non sono molto volatili.

Ora è un buon momento per investire, attraverso movimenti tattici e veloci.

Di seguito, elenchiamo i vari settori strategici:

1)    Le valute dell’Europa orientale. Una buona mossa è stata quella di scommettere sul trend in discesa del rublo che in soli 20 giorni si è deprezzato di quasi il 10%

2)    L’oro fisico (prestate attenzione alle proposte di acquisto di oro finanziario che hanno come sottostante l’oro fisico): Ha registrato un picco in discesa solo nel 2013, a cui è subito seguita una fase di rialzo delle quotazioni. Non si può dire che la domanda internazionale (fatto salvo la Cina) di oro sia aumentata ma sembra rispecchiare il suo ruolo di bene-rifugio indiscusso, per non parlare, poi, della funzione di riserva delle banche centrali.

3)    L’oro nero, o il petrolio, anche se è da dire, che per questo settore vi è una maggiore incidenza dell’offerta, rispetto alla domanda. E ciò non meraviglia affatto.

4)    I comparti della difesa ed i titoli associati.

Insomma, fattori geopolitici in prima linea, Piazza Affari nella giornata di ieri ha chiuso in negativo, per poi riaprire con un lieve miglioramento nella giornata di oggi. Ma alcune variabili strategiche avrebbero potuto essere previste, in questo sconvolgimento di ordine internazionale che vede il contrapporsi di Stati Uniti, Russia, Europa e Cina.

E si può fondare le opzioni binarie su molto di più che una semplice scommessa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.