La giusta lunghezza di un articolo

Blogger, quale sarebbe la corretta lunghezza di un articolo ?

Lavoro come web writer ormai da qualche anno. Pubblico contenuti su blog, creo articoli per siti e descrizioni per e-commerce. è inevitabile che entro in contatto con molte persone ed ognuna ha una propria visione di come deve essere scritto un testo. Una delle questioni più dibattute è la giusta lunghezza di un articolo. Oggi, che ho acquistato esperienza sulla mia pelle, voglio condividere con voi ciò che ho appreso sull’argomento.

1. Se scrivi all’interno di un blog di news (attualità, cronaca, politica, spettacolo ecc.), allora hai bisogno di articoli medio-corti, diciamo 200-300 parole. Le persone vogliono leggerle in fretta e passare alla notizia dopo.

2. Se scrivi all’interno del tuo blog o comunque all’interno di un blog di nicchia che vuole dare contenuti interessanti e che mirino ad aiutare le persone in un campo qualsiasi, se vuoi dare informazione, se vuoi insegnare  o raccontare, allora l’articolo deve essere più lungo. Dalle 600 alle 2.000 parole. Ricordati però che non devi allungare il brodo. In pratica: affronta l’argomento investendo il massimo, approfondendo e offrendo spunti interessanti. Se cerchi di allungare l’articolo con inutili ripetizioni, allora è meglio un articolo con meno parole ma interamente utile.

3. Gli e-commerce. In questo caso evita le descrizioni lunghe, entro le 200 parole è perfetto. Ciò che dovrà colpire infatti sono le fotografie, i dati tecnici, le opinioni di chi ha acquistato quel prodotto. La tua descrizione è marginale per chi legge, perché tanto lo sanno, tu sei di parte ;-).

La lunghezza è relativa. Come avrai capito tutto dipende dal contesto in cui lavori.

Ma passiamo alla domanda davvero interessante, quella che sono certa ti preme di più. Ma Google e gli utenti, cosa apprezzano di più?

Partiamo da Google. Basta leggere le sue linee guida per capire che Google apprezza i contenuti utili, originali e ricchi di particolari, di quelli che portano un reale contributo. Lasciamo stare i siti di news e gli e-commerce e concentriamoci su tutti gli altri blog. Un articolo di 200 parole non spiegherà in maniera approfondita un argomento come potrebbe farlo un articolo di 800-1.000 parole. Almeno non nella maggior parte dei casi.

L’utente o meglio, il lettore, preferisce l’articolo utile e interessante. Non importa tanto la lunghezza quanto piuttosto l’irresistibile attrazione che provano nel proseguire la lettura. Mi sono trovata a smettere di leggere articoli di 200-300 parole dopo le prime righe perché mi annoiavano. Ho letto articoli di 2.000-3.000 parole senza staccare gli occhi dal pc perché l’argomento mi interessava.

Una volta che hai individuato il tuo tipo di lettore ideale, devi rivolgerti a lui. Sarà questa la tecnica per “attirarlo”. Ricordati quindi che un articolo lungo è ben visto sia dal lettore che vuole approfondire che dal motore di ricerca, che ti spingerà in alto nelle SERP. Tuttavia non dimenticarti che ciò che conta davvero è utilizzare esattamente il numero di parole che ci vogliono per spiegare l’argomento su cui vuoi scrivere.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.