In quali Stati conviene fare investimenti immobiliari

Investimenti immobiliari all’estero, dove acquistare casa ?

Il mercato immobiliare italiano langue, e le difficoltà del real estate tricolore sembrano essere ben lungi dall’attenuarsi. Le previsioni più attendibili sostengono inoltre che, una volta terminata la fase di difficoltà congiunturale che perdura dal 2007/2008, i prezzi delle case sulla Penisola non torneranno più ai livelli passati: di qui l’esigenza di dirottare i propri impieghi sul mattone su aree ritenute maggiormente redditizie. Ma in quali Stati conviene fare investimenti immobiliari?

Le occasioni sono molte e, in buona parte, a portata di mano (o quasi). In Europa basti considerare le ghiotte opportunità di investimento in Grecia, Paese che ha vissuto una svalutazione del patrimonio immobiliare perfino più grave di quella che ha colpito l’Italia. Ad Atene e dintorni è oggi possibile conquistare una proprietà immobiliare a prezzi anche più che dimezzati rispetto a quelli che caratterizzavano il mercato ellenico meno di dieci anni fa. Discorsi simili per quanto concerne la Spagna e il Portogallo, che hanno visto i valori al metro quadro subire un rapido decremento, e che oggi possono proporre agli investitori esteri delle condizioni di “favore”. Molto buone anche le prospettive di breve e medio termine nel CentroEst Europa, dove gli investimenti immobiliari continuano a proliferare, nonostante un rallentamento congiunturale abbastanza evidente.

Se invece preferite località maggiormente esotiche, potete puntare sul Brasile e, in particolare, fuori dalla grandissime metropoli (dove invece i prezzi al metro quadro sono già arrivati a livelli improponibili per la maggior parte delle tasche): nei centri di medio – piccole dimensioni, anche nelle prossimità dei principali hub urbani, è oggi possibile aggiudicarsi dei buoni appartamenti a prezzi di poche decine di migliaia di euro. Sempre in ambito sudamericano, potreste puntare sulle nuove economie emergenti in tale macro area o, in alternativa, nelle zone dei Caraibi. Se gradite maggiormente l’Oriente, il sudest asiatico potrebbe essere il territorio che fa per voi. Si tratta infatti di un’area dal fortissimo ritmo di crescita e dalla grande appetibilità per i capitali esteri, forte altresì di un grado di apertura che sta diventando sempre più evidente con il passare degli anni.

Coloro i quali hanno un portafoglio liquido particolarmente ampio ed esteso, possono infine indirizzare le proprie scelte verso Hong Kong: sebbene la città abbia dei prezzi elevatissimi, il rendimento garantito dagli investimenti nel real estate locale farebbe impallidire qualsiasi prospettiva di guadagno. A patto, naturalmente, di avere qualche milione di euro utile per potersi accaparrare delle proprietà immobiliari di pregio, in zone ritenute maggiormente focali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.