Mondo cam girl, inchiesta sul business dell’eros

85570L’arrivo della rete Internet nelle case di tutti gli Italiani ha portato allo sdoganamento di un tipo di intrattenimento finora confinato ad una sfera costituita fino agli anni ’90 di videocassette furtivamente noleggiate, appuntamenti in segreto e abbonamenti a base di riviste che definiremmo tranquillamente “osé”, ovvero erotiche.

Il Web, così come è successo anche al commercio online e alla fruizione di notizie ed informazioni, ha permesso al mondo a luci rosse di svilupparsi sotto gli occhi di tutti, dando origine a show a tema, e nuove modalità per mettersi in diretto contatto con i performer di prestazioni erotiche, il tutto comodamente da casa propria ed al riparo da sguardi indiscreti.

Un’opportunità simile non poteva di certo lasciare indifferenti molte persone attratte da facili guadagni, permettendo alla pornografia online di essere prodotta direttamente tra le mura di casa, spesso in scenari low-budget, ma che comunque riescono ad accendere l’immaginazione del fruitore, che può così permettersi di scegliere a quale performance assistere, piuttosto che comprare un “prodotto” a scatola chiusa, che potrebbe non corrispondere a quello che ci si aspetta.

Il fenomeno ha assunto rilevanza particolare da qualche anno, con l’arrivo, come profetizzato da diverse indagini internazionali, tabloid e naturalmente riviste di gossip, delle cosiddette “cam girl”. A differenza della maggior parte delle attrici professioniste legate a questo controverso e particolare genere di intrattenimento, le cam girl non hanno, quasi mai, una specifica gavetta alle spalle, né importanti uffici di produzione o marketing specialist che ne curano l’immagine, al fine di confezionare, come avveniva nei decenni passati, un vero e proprio prodotto commerciale. Le cam girl, al contrario, sono ragazze e donne di diverse estrazioni sociali, e che spesso hanno dell’informatica solo conoscenze basilari.

Mondo Cam Girl, quando diventa una professione :

Nonostante occorra, infatti, conoscere un minimo di nozioni sull’infrastruttura del Web e dell’upload dei propri filmati in rete, molte cam girl si affidano semplicemente a piattaforme pre-costruite, e dedicate specificamente a questo tipo di attività, anziché costruirsi un proprio spazio. La maggior parte delle cam girl decide di avviare questa attività in modo autonomo, non spinta da pressioni particolari, e le motivazioni sottostanti variano naturalmente da persona a persona. La maggior parte di esse confessa, chiaramente, di spogliarsi esibendosi su richiesta del cliente del Web dietro compenso, tuttavia vi è una percentuale di ragazze e donne che ammette candidamente di essere diventata cam girl, di professione o nel tempo libero, per sperimentare “un diversivo”, un antidoto osé e piccante contro la noia.

La cam girl, perciò, spesso non è legata ad orari specifici in cui esercitare la propria professione o il proprio “svago” quotidiano, scegliendo liberamente di organizzarsi, oppure contrattando col cliente un orario specifico per le prestazioni. Spesso, la ragazza è disposta ad interagire con più clienti tramite chat multiple, moltiplicando così le possibilità di guadagno e, a detta di alcune, di trasgressione; tuttavia non mancano clienti più facoltosi che, come avviene nella realtà quotidiana, possono prenotare uno show del tutto personale e quindi diretto ad un solo utente.

Il mondo delle cam girl è, comunque, disciplinato da alcune regole di “bon ton” implicite, nonostante la tipologia di servizio offerto. Possiamo notare, tra di esse, l’elargizione della mancia (il cosiddetto “tipping) per far sì che la cam girl soddisfi in tempo reale le proprie richieste, senza una specifica preparazione, permettendo spesso di accedere ad una “wishlist” (letteralmente, “lista dei desideri”) da cui il cliente può scegliere liberamente le prestazioni desiderate, rendendo il tutto simile ad un’ordinazione specifica.

Molto spesso, avventurandoci in questo mondo ai confini tra l’eros e la virtualità, possiamo notare che, per esigenze di comodità e privacy, vengono utilizzati alcuni specifici gettoni o “token” in qualità di valuta di scambio, sui quali la cam girl potrà lucrare ed ottenere della moneta reale in base al tempo per il quale si è intrattenuto il cliente che li pagherà. Spesso tali token sono messi a disposizione dal sito stesso che ospita le performance della ragazza, esattamente come avviene in numerosi portali di giochi d’azzardo. Gli show, a seconda della location o della qualità delle prestazioni offerte, possono remunerare parecchio le cam girl, tenendo conto che spesso basta semplicemente essere attraenti per assicurarsi generose elargizioni monetarie da parte dei clienti, che si soffermeranno sull’aspetto della ragazza piuttosto che chiederle prestazioni particolarmente spinte.

Il sistema di rapporti tra cam girl e cliente è regolato, inoltre, da una specifica relazione di “cortesia” al di fuori dell’atto sessuale, e consiste nella possibilità di inviare alla ragazza dei regali di varia tipologia, da considerare come un indice del livello di gradimento della prestazione, oltre ovviamente ad una futura possibilità di fare ancora affari con lo stesso cliente. Noon manca infatti chi rimane particolarmente colpito dalla ragazza scelta casualmente tra le miriadi di cam girl che si offrono alle piattaforme più disparate, e che decida di protrarre un rapporto ai limiti del sentimentale e del sessuale, spesso con risvolti ancora più avvicenti.

Che dire, invece, dell’aspetto psicologico relativo a ciò che ruota attorno al mondo cam girl? Va detto, innanzitutto, che spesso sono le ragazze e le donne stesse che si danno a tale pratica a non considerarsi “usate” o abusate: l’essere una persona dedita al camming non fa di loro delle poco di buono, ed anzi consente di prendere coscienza delle proprie capacità, del corpo e per alcuni ad acquisire più fiducia in se stesse. Naturalmente, a contribuire al senso di realizzazione e di autostima, spesso giungono i cospicui guadagni delle cam girl che si dedicano a ciò come una vera professione, collezionando, come top performer, fino a 9000 – 10000 euro a settimana. Per chi si dedica a questa forma di intrattenimento erotico nel tempo libero, comunque, le cifre sono comunque lusinghiere, anche se non eclatanti.

Ed è analizzando le fasce orarie in cui questa pratica prende più piede, anche in Italia, che si può capire la misura del fenomeno e la realtà sottostante ad esso: studentesse e casalinghe che si dedicano al camming, offrendosi prevalentemente in orari serali nelle loro camere, con il semplice ausilio di una webcam e di una piattaforma in cui mostrarsi, sono proprio le ragazze o le donne con cui potremmo essere in contatto tutti i giorni, che non si sentono assolutamente “colpevoli” di mercificare, a detta di molti, il proprio corpo per un guadagno, per quanto contenuto.
Il numero di cam girl in Italia aumenta costantemente ed ha sfiorato la soglia delle 20.000 operatrici solo nel 2014, potendo fare affidamento su una serie molto nutrita di “fan”, ovvero i loro clienti, che secondo alcune indagini demoscopiche sono giovani di età compresa tra i 25 ed i 35 anni.

La fascia di età rilevata, come è possibile osservare, è quindi in netto contrasto con chi richiede invece la classica prostituzione su strada, che coinvolge prevalentemente persone di età compresa tra i 40 ed i 50 anni. Che il gap tecnologico costituito dall’arrivo di Internet stenti ancora ad essere colmato anche nel mondo dell’erotismo? Comunque la si pensi, è indubbio che il fenomeno cam girl sta dando vita ad una nuova fruizione e scoperta della sessualità, propria e altrui, di cui sentiremo certo parlare nei prossimi anni con risvolti spesso imprevedibili nella vita quotidiana e nel tempo libero.

Ecco alcune delle operatrici più famose nel Mondo Cam Girl :

mondo cam girl

Il suo nickname è “LittleRedBunny“, guadagna 4,99 Euro al minuto e giustifica tale cifra spiegando che nei suoi spettacoli da sempre il 200%. Tra le top Cam Girl ,guadagna quasi un milione di Euro l’anno !

Mondo Cam Girl

Il suo Nickname è “KatieKays” ,guadagna 2,99 euro al minuto e spiega che grazie a questo “lavoro” ha potuto pagarsi l’università senza ricorrere a prestiti da amici ,banche o parenti .Oltre agli studi però ,dice che grazie a questa attività riesce a fare una vita dignitosa .

Mondo Cam Girl

Nickname “Adrennalyne” ,la ragazza Nerd ,tra le più ricercate del momento , famosa anche su Twitter. Guadagna 4,99 Euro al minuto ed anche lei sfriora ogni anno il milione di Euro !

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.