Ottimizzare gli articoli con il Plugin SEO di Yoast

 

Ottimizzare gli articoli del vostro blog con “SEO by Yoast”

Chi lavora sul web sa quanto sia importante creare contenuti originali, interessanti per il lettore e ben ottimizzati per i motori di ricerca, Google per primo. Esistono diverti strumenti che aiutano a ottimizzare gli articoli. Oggi voglio parlarvi del plugin più utilizzato in assoluto da tutti coloro che hanno scelto come piattaforma self-hosted WordPress. Si tratta del Plugin SEO di Yoast.

Per descrivere il Plugin SEO di Yoast a 360° dovrei creare una guida molto più dettagliata, che andrebbe fuori dall’argomento principale di questo post. Oggi infatti voglio concentrarmi esclusivamente su come si utilizza il Plugin SEO di Yoast per ottimizzare gli articoli nel migliore dei modi.

Per prima cosa, dovete scaricare questo plugin gratuito, direttamente da questo link.

Adesso entrate nel pannello di controllo del vostro blog. Andate su plugin->aggiungi nuovo-> carica (ricordo che l’opzione non è disponibile per coloro che hanno creato un blog gratuito su wordpress.com).

Caricate il file ZIP nel blog, il quale lo scompatterà in automatico. Cliccate su “attiva”.

Adesso, cliccate su: articoli-> aggiungi nuovo. Troverete sotto il box adibito alla scrittura del testo il vostro plugin SEO di Yoast. Troverete le seguenti voci:

  • Anteprima Snippet: Questo campo viene riempito automaticamente in base al titolo che avete inserito inizialmente. Non dovete metterci mano. Tuttavia vi avviserà se avete scelto un titolo più lungo di 70 caratteri, quelli consigliati da Google per garantire ai propri utenti una buona visibilità dei testi nelle proprie SERP (i risultati sul motore di ricerca)
  • Parola chiave principale: Come saprete, ogni articolo deve essere composto da una keyword principale e da altre secondarie. In questo spazio inserite solo la parola chiave sulla quale avete deciso d’importare il vostro articolo. L’articolo di oggi ad esempio è impostato sulla key “ottimizzare gli articoli”, quindi riporterò queste tre parole nel campo.
  • Titolo SEO: anche in questo caso viene riempito in automatico. (vedi primo punto)
  • Meta Descrizione: importantissima. Questa descrizione che non deve essere superiore ai 156 caratteri, apparirà nei risultati di ricerca. Quando una persona trova il vostro articolo attraverso una ricerca effettuata su Google, oltre al titolo vedrà una brevissima descrizione. Sarà questa a convincerlo se entrare oppure no. Deve essere quindi il più convincente possibile, ma non dimenticatevi che deve essere ben ottimizzata anche per Google. Deve infatti contenere la parola chiave principale dell’articolo e, se presenti, anche quelle secondarie. Vedremo in un secondo momento come creare delle ottime meta description per ottimizzare gli articoli.
  • Meta Keywords: per alcuni sono diventate inutili, per altri no. A vostra scelta se utilizzarle o meno (io sinceramente non le inserisco e gli articoli vengono ottimizzati perfettamente). Qui potete inserire tutte le keywords secondarie e i sinonimi di quella principale.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.