Quanto guadagna un notaio? Tra diritti e privilegi!




  • notaioIl notaio, una delle professioni più ambite nel secolo scorso. Sia per i guadagni importanti, sia per la posizione di rilievo nella società, sia perchè è una “casta chiusa”. Il numero di Notai in Italia non è molto elevato e ognuno di loro, se è bravo a farsi conoscere e a lavorare bene, può costruirsi un lavoro davvero molto redditizio. Prima di parlare di quanto guadagna un notaio vediamo in pratica cosa bisogna fare per diventarlo.

    Come si diventa notaio?

    Il primo passo è la laurea in giurisprudenza. Appena laureato bisogna svolgere un periodo ( 18 mesi ) di praticantato da un notaio, generalmente non retribuiti. Alla fine di questo periodo è necessario affrontare un esame istituito dal Ministero di Giustizia.

    L’esame è costituito in 2 prove:

    • Scritto: Costituito in prove teorico-pratiche
    • Orale: Bisogna essere preparati sulle seguenti materie: diritto civile e commerciale, ordinamento del notariato, archivi notarili, tributi sugli affari., ecc…

    Questo esame è decisamente selettivo. In Italia, statistiche alla mano, solo 1 candidato su 15 lo supera e diventa notaio. Infatti è nato un business relativo alla formazione per superare questo esame e ci sono varie scuole di formazione che aiutano i candidati.

    Infine per poter esercitare la professione del notaio è necessario iscriversi all’albo notarile.

    A questo punto il candidato può esercitare la professione del notaio.

    Comunque, gli studi notarili sono dimensionati in base al numero di persone. Pertanto una volta vinto il concorso non si può aprire ed esercitare la professione di notaio dove si vuole, in non rari casi si deve aspettare qualche decesso.

    Quanto guadagna un notaio?

    Eccoci alla domanda chiave dell’articolo. Quanto guadagna un notaio?

    I guadagni sono alti e dipendono, comunque da alcuni fattori.

    1. La località dove si esercita. Fare il notaio a Firenze è molto diverso che farlo in un paesino di montagna.
    2. Nelle città dove c’è un po’ di concorrenza è importante farsi conoscere per qualità del lavoro svolto e per prezzi non eccessivamente elevati.
    3. L’età dello studio notarile ( spesso si tramanda di generazione in generazione )
    4. I collegamenti con aziende importanti

    Sicuramente un giovane notaio, all’inizio della sua carriera ha molte spese e i guadagni non sono elevatissimi. Invece per un notaio affermato, con una decina di anni di lavoro alle spalle, guadagna anche cifre importanti come centinaia di migliaia di euro l’anno ( tra i 200.000,00€ e i 600.000,00€ l’anno ).

    Sicuramente, data il numero limitato di notai e le leggi che impongono, per alcune transazioni e per l’apertura delle aziende, dell’intercessione del lavoro notarile, i notai guadagnano decisamente molto bene.

    Leggende e verità sui notai.

    Partiamo subito con lo sfatare qualche leggenda. Si sente spesso dire “i notai esistono solo in Italia”.
    Non è vero, non è così, infatti, il notariato come quello italiano è presente in ben 91 paesi del mondo ed in ben 19 paesi dell’Unione Europea.

    In altri Paesi il notaio non deve gestire ogni passaggio di proprietà come in Italia, ma è comunque una figura di garanzia per le transazioni, soprattutto quelle onerose.

    Nei Paesi Anglosassoni non esiste il notaio come lo conosciamo noi e infatti le transazioni immobiliari, o anche le transazioni molto onerose, sono coperte da polizze assicurative per garantire la gestione delle controversie e dei possibili problemi.

     

    Nuove leggi sui notai e sugli atti notarili che incidono sui guadagni

    Una legge che ha inciso molto sui guadagni dei notai è stata quella relativa alle liberalizzazioni del Governo Monti con la cancellazione delle tariffe fisse. Anche il Decreto Bersani si è occupato di questa faccenda.

    Per i notai, comunque, potrebbero arrivare delle brutte notizie dal “Decreto sulle Liberalizzazioni” attraverso il quale il governo Renzi vuole allargare la competenza della vendita di immobili da valore catastale inferiore ai 100mila euro, anche agli avvocati.

    Leave a Reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Close
    Please support the site
    Cliccando su uno di questi pulsanti aiuterai a far crescere il nostro progetto !
    Social PopUP by SumoMe