L’università Cusano presenta l’University Comics Week

Il fumettista Gud disegna per la settimana del fumetto dell’Università Cusano :

Una settimana di fumetti all’università Niccolò Cusano: arriva “University Comics Week”, dalla collaborazione dell’ateneo con il disegnatore Gud

Occhiali, magliette alla moda, posa un po’ nerd o fisico sportivo, si può distinguere a vista uno studente di Economia da uno di Scienze Politiche? E gli iscritti a Giurisprudenza, saranno uguali uguali a quelli di Scienze della formazione? Proverà a rispondere a colpi di caricature il fumettista Gud (nome d’arte di Daniele Bonomo), coinvolto dal 22 al 27 settembre nella nuova campagna di comunicazione promossa dall’Università Niccolò Cusano. “University Comics Week” si chiama, un percorso a fumetti pensato per raccontare con leggerezza e divertimento il mondo universitario che popola i sei corsi di laurea offerti dall’ateneo UniCusano.

Ogni giorno per sei giorni sarà pubblicata sul blog dell’Università la caricatura di uno studente di una delle sei facoltà (Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia, Scienze della Formazione, Ingegneria e Psicologia) ma starà agli universitari stessi indovinare a quale corso di laurea farà riferimento ogni disegno. Ad aiutarli nel compito, oltre alle caratteristiche dell’illustrazione, sarà riportata ogni volta una serie di dati statistici inerenti gli iscritti a quella data facoltà:  età e voto medio della laurea, percentuale di studenti lavoratori o fuori sede, quanti degli iscritti sono uomini e quante donne, voto medio degli esami o scuola di provenienza. Per chi si volesse cimentare da subito nel gioco è stata già caricata sul blog dell’università un’anteprima della prima vignetta in alta risoluzione. Questa ritrae il primo dei sei studenti misteriosi, maglietta di The Big Bang Theory indosso e carrellino con attrezzature informatiche alla mano. Chi sarà?

In occasione della partenza dell’iniziativa lo staff del blog UniCusano ha dichiarato: “La collaborazione tra noi e il fumettista Gud vuole dimostrare, ancora una volta, quanto l’università telematica sia interessata alle novità che riguardano il mondo culturale giovanile, in questo caso specifico i fumetti, e quanto sia in grado di parlare proprio lo stesso linguaggio degli studenti”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.