Viaggiare : vivere e lavorare a New York

New York è una delle destinazioni turistiche più famose negli Stati Uniti d’America. La città miscela il fascino del vecchio mondo con una moderna ed effervescente vita notturna. La Grande Mela è una delle grandi città del mondo. La maggioranza delle innovazioni del pianeta, del commercio e delle ultime mode vengono create ed alimentate a New York City, da sempre. È probabile che i visitatori vengano sopraffatti dalla assoluta enormità e dal ritmo di questa metropoli frenetica ed abbastanza caotica, in quanto è la città che non dorme mai!. Le principali destinazioni sono l’Empire State Building, la Statua della Libertà, Ellis Island, i teatri di Broadway, musei come il Metropolitan Museum of Art, spazi verdi come Central Park, il Rockefeller Center, Times Square, la Chinatown di Manhattan; lo shopping di lusso lungo la Quinta Strada e la Madison Avenue ed eventi come la parata di Halloween nel Greenwich Village e la parata di San Patrizio. Alcune attività stagionali, come il pattinaggio su ghiaccio a Central Park in inverno, il Tribeca Film Festival, sono ulteriori eventi che attirano persone in città.

I visitatori si troveranno nell’ insormontabile situazione di cercare di dare una priorità alle cose da vedere e da fare, dove mangiare e quale spettacolo vedere a Broadway. Questa è una città che dovrebbe essere vissuta 24 ore su 24 tante sono le cose da fare. Si possono trovare musei, gallerie d’arte ed edifici unici al mondo. La miscela di culture presenti ha contribuito alla nascita di ristoranti etnici, tradizionali e fusion, tutti di fama internazionale ed eccezionali. Se nasce un nuovo trend, è probabile che parta dal Greenwich Village o da Soho.

A differenza della maggior parte delle altre città, New York è composta da cinque distretti distinti, chiamati borough, ognuno con il suo carattere, stile e composizione etnica. Per capire veramente l’atmosfera della città, è necessario passare del tempo ad esplorare l’identità di questi vasti quartieri.

L’Inglese è la lingua ufficiale degli Stati Uniti, ma New York è così incredibilmente diversa che è comune sentire parlare altre lingue, come lo spagnolo nel Bronx, oppure una sorta di italiano maccheronico a Little Italy, per esempio.

Il codice di abbigliamento a New York City è più alla moda delle altre città Americane. Si devono indossare abiti eleganti se andate al ristorante o in club, molti hanno codici rigorosi. È vietato fumare in tutti i ristoranti, bar e locali notturni.  Per quanto riguarda etichetta, sono valide le normali convenzioni sociali occidentali.

Prima di intraprendere un viaggio verso la Grande Mela, è bene rinnovare il passaporto e ottenere un visto d’ingresso turistico. È proibita l’importazione di carne, semi, piante e frutta. Nonostante alcuni quartieri non abbiano una buona reputazione, New York City è una città piuttosto sicura : basta infatti prendere l precauzioni come se ci si trovasse  in una qualsiasi altra città, cioè stare attenti alla borsa e non mettersi in mostra. Una raccomandazione: se si prende la metropolitana di notte, meglio stare nel vagone vicino al conduttore.

Le strutture sanitarie sono eccellenti: chi proviene da altri paesi, deve controllare se la copertura sanitaria è valida negli Stati Uniti. Se non lo è, si consiglia di fare un’assicurazione che copra tutte le spese mediche. Per problemi di minore entità, ci sono farmacie sparse in tutta la città e molte restano aperte 24 ore.

Lavorare a New York è molto difficile, inutile negarlo, soprattutto in questo periodo. Le ditte italiane sono moltissime e di solito preferiscono assumere qualcuno di già conosciuto, sono propense a sponsorizzare visti dato che, in genere e dipendendo dal tipo di ditta, ma bisogna contare che esse devono assumere una determinata quantità di italiani ogni determinato numero di americani, in quanto esiste un trattato con il governo USA. Si può tentare di contattare anche le ditte americane, ma si deve essere disposti a lavorare anche come stagisti: negli USA si deve dimostrare quanto si vale sul campo e rapidamente se si vuole fare carriera, in quanto è un ambiente molto competitivo. Ultimamente, comunque,vanno per la maggiore gli aiuti camerieri nei ristoranti, anche se in questi casi si rischia di lavorare in nero, cosa mai consigliabile.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.