Viaggio in Ecuador: la terra delle meraviglie

L’Ecuador è uno dei pochi posti al mondo dove la temperatura ambientale è sempre mite, le persone vivono come in un eterna primavera. Fare un viaggio in Ecuador, come semplici turisti ci permetterà di godere non solo del clima ma anche di visitare alcune delle più grandi meraviglie del mondo naturale.

Se vuoi fare il tuo viaggio in Ecuador il consiglio che ti do è quello di visitare la capitale del paese. Probabilmente atterrerai proprio a Quino, quindi, approfittane! Qui la temperatura è calda e avrai l’impressione di trovarti in un paradiso terrestre.
A Quino potrai visitare molti edifici del 500, costruiti dai coloni spagnoli. La capitale si trova praticamente ai piedi del vulcano Pichincha e lo spettacolo è davvero suggestivo.

Ma “Ecuador” significa terra delle meraviglie. Come non andare quindi nelle Isole Galapagos? Questo arcipelago comprende ben 14 isole e si trova a 1.000 chilometri dalle coste ecuadoriane.
Sono tutte di natura vulcanica, ma ciò che le rende davvero uniche al mondo sono panorami mozzafiato. Se ami l’avventura e le escursioni ti lascerai rapire dai paesaggi selvaggi e da esplorare.
Alle Isole Galapagos potrai entrare in contatto con le tartarughe giganti, i delfini, i leoni marini, gli albetros, le iguane… senza doverti distanziare dal loro vero habitat.

Durante il tuo viaggio in Ecuador non potrai rinunciare al viale dei vulcani. È stata così soprannominata la vallata che si trova tra le due catene andine dell’Ecuador. Qua potremo ammirare Cotopaxi, con un altezza di quasi 5900 metri, questo vulcano attivo, vanta il premio di uno dei più alti del mondo.

Se ad appassionarti sono le antiche culture dell’Ecuador, vai a Incapirca, nel sito archeologico del Paese. Qua potrai rivivere la tradizione inca, ammirando anche le successive costruzioni coloniali. Per fare questo dovrai andare a Cuenca, attraverso delle spedizioni guidata da professionisti avrai anche l’occasione di immergerti nella fauna ecuadoriana e, se lo desideri, conoscere i vari gruppi indigeni che ancora la abitano.

Immagine tratta da http://it.wikipedia.org

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.